Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2016

"Amianto killer" a Roccamurata ancora scontro sulle pietre verdi

Immagine
Grande partecipazione all'incontro pubblico a Borgotaro 17 marzo 2011. Tra gli ospiti il primario di Sarzana Pieraldo Canessa. Polemica del comitato con il consigliere provinciale Botto
Continua la battaglia del comitato No cava Predelle per la chiusura della cava di Roccamurata, il sito dove si estraggono ofioliti nel comune di Borgotaro. Sabato scorso l'associazione ha organizzato un convegno dedicato ai rischi sulla salute prodotti dall'amianto, in collaborazione con l'Associazione italiana esposti Amianto. Da tempo il comitato denuncia i pericoli legati all'attività estrattiva delle ofioliti, non solo per la salute, ma anche per il territorio, con la cava accusata di essere causa di pericolose frane e smottamenti del terreno. 
--------------------------
In Italia è possibile dimensionare il fenomeno dei decessi per malattie asbestocorrelate intorno ai 3.000 casi l'anno. E a morire non sono solo i lavoratori, ma anche le persone il cui unico torto è stato quell…

Belforte

Immagine
Anche qui la triste litania dello spopolamento si ripete. Dati ufficiali di quest’anno riportano 17 abitanti quando nel 1976 erano ben 305. Come una vedetta, l’acciambellato Belforte domina la valle del Taro da 725 metri di altitudine. Bella la chiesa di San Michele Arcangelo, edificio che risale al 1680. Dall’Olio descrive alcuni particolari dell’interno: <<In essa si conserva una bella Croce astile in lamina di rame sbalzato; al centro sta il Cristo e nei lobi estremi i simboli degli Evangelisti, opera del XVII secolo>>. Belforte racchiude al pari di un vecchio scrigno dettagli come portali del XIV secolo o lapidi datate 1770 M:M: o ancora serramenti in legno del 1400; e di nuovo un massiccio voltone adiacente la chiesa con istoriato D.O.M. 1760 GM.R.B. E addirittura una meridiana di arenaria che campeggiava su casa Marzorra: una pietra tonda divisa in 24 spicchi incisi da Domenico Brozzi nel 1800. Sulle pendici orientali del monte Binage, inerpicandosi per i vicoli acc…