Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

Le cavie di Borgotaro.

Immagine
«I Borgotaresi non sono cavie da usare nel laboratorio per esperimenti sulla resistenza odorifera agli scarichi di residui di vernici. L’impianto di filtraggio non funziona a dovere, quindi la produzione va fermata fino a quando non saranno risolti i problemi e quindi quando sparirà la puzza. La salute delle persone è molto importante e non può essere messa a rischio per i tempi lunghi dell’Apea e dalla titubanza del Sindaco.»
Dice Luca





-Ecco perché servono urgentemente i risultati delle analisi;
«A causa dei fumi emessi da fabbriche, inceneritori, ecc., elementi tossici, spesso anche sotto-forma di nanoparticelle, quindi ancor più dannosi per l’organismo, vengono inalati, assorbiti dalla pelle, poiché ce li ritroviamo addosso anche sui vestiti. Un microscopio adatto è capace di rendere visibile ai nostri occhi tutto ciò, poiché spesso vige la convinzione che quello che non è visibile ad occhio nudo, non esiste… Questi elementi una volta penetrati nell'organismo umano vi rimangono pe…

PUZZA DI PLASTICA BRUCIATA A BORGOTARO, TUTTO OK PER IL SINDACO. MA NON E' PROPRIO COSI'

Immagine
Odore acre e fastidioso a Borgotaro: il sindaco Diego Rossi rassicura la popolazione con l'intervista rilasciata a RTA Videotaro(video in fondo pagina) "I primi risultati dell'Arpae sono negativi. Nessun pericolo per persone ed ambiente" Il Sindaco Diego Rossi dice qualche "bugia bianca" forse per non creare il panico. a) Ieri abbiamo chiamato l'Arpea di Fidenza, l'operatrice ci ha garantito di non avere ancora un serio e valido risultato riguardante le emissioni di odori in atmosfera a Borgo Val di Taro. Hanno individuato la provenienza ma non sono ancora in grado di determinare il carico odorigeno e la concentrazione di composti chimici volatili. Quindi i primi risultati dell'Arpae non sono negativi, non ci sono proprio b) La puzza è comunque inquinamento.Un reato. Dicasi “getto pericoloso di cose”, vedasi l'articolo 674 del codice penale. Ad averlo recentemente affermato è la sentenza numero 12019/2015, emanata dalla Corte di Cassazione il 2…

«L’aria è insopportabile» anche Ponte Fossa si ribella alla puzza della ceramica

Immagine
Puzza di plastica bruciata, oltre 90 messaggi arrivati ieri: i cittadini chiedono controlli all'impianto per la produzione di ceramica. Leggi qui il post dedicatoTroviamo sul web l'analoga situazione nell'altro paese che ospita la stessa ditta di produzione di ceramiche.

Fiorano. I residenti tornano a protestare non convinti dai controlli di Arpa che ha certificato il cattivo odore delle emissioni negandone però la tossicità

Tratto dalla Gazzetta di Modena del 07 settembre 2016 (grazie Giovanna)


«FIORANO. Dopo diversi mesi dalla prima protesta, senza esito, tornano in campo i residenti di Ponte Fossa, frazione tripartita al confine fra Fiorano, Formigine e Sassuolo, alle prese con emissioni che generano cattivi odori a livelli ormai tali da rendere impossibile tenere le finestre aperte. I residenti non sono tanti, la frazione si trova proprio nel mezzo della zona industriale, al crocevia fra via Radici in piano e via Ghiarola nuova, circondata da capannoni e ciminiere. A vive…

Puzza di plastica bruciata, oltre 90 messaggi arrivati ieri: i cittadini chiedono controlli all’impianto per la produzione di ceramica.

Immagine
Borgo Val di Taro- Oltre novanta messaggi sono arrivati a noi nella giornata di ieri da cittadini che vogliono dire basta alla puzza di composti chimici in paese  (percepita come odore di plastica bruciata) e pretendono controlli costanti ed adeguati alle emissioni dell’impianto di produzione di ceramica. Perché è da li che viene il tanfo che invade tutto il paese, lo dicono tutti. A contattarci (Leggi qui qualche intervento) non sono stati i soliti e conosciuti avventori del sito ma cittadini che intendono far sentire la voce di tutti coloro che vogliono sapere cosa c’è in quella puzza di plastica bruciata che sono costretti a respirare. Da tempo ormai chiedono alle autorità, senza ricevere risposte (qui ci scappa una risata) se nella puzza tristemente nota vi siano o meno composti possibili cancerogeni ed in quali concentrazioni. Il Comune si attivi quanto prima presso gli enti di controllo prescrivendo nel caso tutte le possibili migliorie impiantistiche per l’abbattimento delle emi…

Odore di plastica bruciata a Borgotaro

Immagine
«Si sente l’odore terribile della plastica bruciata»Borgo Val di Taro. Puzzo forte di plastica bruciata, aria pesante che potrebbe tagliarsi con un coltello. E un paese che si chiede da dove arriva il fastidioso odore. 


«Mentre i politici di Borgotaro istituivano  un sondaggio per sapere dai cittadini se la puzza veniva dalla signora Nella intenta a cucinare le frittele di Carnevale nella propria abitazione o dai cinghiali che devastarono i  campi da calcio di San Rocco, Mr. P., il nostro agente super-segreto, piombava in paese per il bene dell'umanità e per fare la spesa. Il Conad era chiuso e così dopo un bianchino dalla Fulvia decise, per prima cosa, di salvare il genere umano del Borgo individuando la sorgente del tanfo; la zona “ceramica” in Via Primo Brindani. Voi direte: ma come caxxo fece Mr. P. a trovare il posto che puzza di plastica bruciata ma che presumibilmente sono dei composti chimici volatili? Semplice, sprovveduti lettori. Il naso umano  controlla e misura gli odo…