Sulle Intimidazioni ed il Mancato Sostegno.

LE MADRI DELL’INTUIZIONE HANNO RICEVUTO PRESSIONI PER NN PUBBLICARE PIÙ NULLA. SAREBBE LORO PERMESSO DARE SOLO LORO CONTRIBUTO GRATUITO ALLA DISCREZIONE DI AVVOCATI BEN PAGATI. DATO CHE LO SCOPO DEL GRUPPO ERA QUELLO DI DIVULGARE ALLA POPOLAZIONE LA VERITÀ. UNICHE E SOLE IN QUESTA VALLE DI LACRIME ED OMISSIONI.

LE MADRI DELL’INTUIZIONE  SI SCIOLGONO E RINGRAZIANO LA POPOLAZIONE MA VISTO LO SCARSO SOSTEGNO RITENGONO CHE IL LORO LAVORO SIA PIÙ UTILE BRUCIARLO NELLE EMISSIONI PROSSIME VENTURE IN TAL MODO DA DIMINUIRE LA EVENTUALE TOSSICITA' DELLE STESSE. PER QUANTO RIGUARDA LE EMISSIONI ODORIGENE POI…


…NON PREOCCUPATEVI PIù DI TANTO PERCHè LA PUZZA A BORGOTARO C’E’ SEMPRE STATA E PURTROPPO SEMBRA PROPRIO CHE CONTINUERA’ A ESSERCI.


RINGRAZIATE PER QUESTO LA VOLONTÀ DI LOTTA DELLA POPOLAZIONE VALTARESE NONCHÉ LA SITUAZIONE DI CHIARA DEMOCRAZIA E LIBERTÀ CHE SI MANIFESTA IN VALLE.


UN ULTIMA COSA: “NOI CI ABBIAMO PROVATO A RISVEGLIARE IL VOSTRO SPIRITO. ORA ARRANGIATEVI !!!






Così parlarono Le Madri dell'Intuzione                                                          30 Giugno 2017 – Sante Prime Madri Martiri della Santa Chiesa di Roma





Un pensiero danzante ad un popolo che fosse ancora capace di rialzare la testa. Se c’è.



“Guardatele arrampicarsi, queste agili scimmie! S’arrampicano una
sull’altra e così una trascina l’altra nel fango e nell’abisso.
Vogliono arrivare tutte al trono: è la loro follia,-come se sul trono
fosse assisa la felicità!  Spesso sul trono è assiso il fango
– anzi, spesso anche il trono sta sul fango.

Folli sono tutti per me e scimmie che si arrampicano e maniaci.
Puzza per me è il loro idolo, la fredda bestia:
puzzano per me tutti quanti, questi adoratori di idoli.
Fratelli miei volete dunque soffocare nell’alito dei vostri musi e delle loro voglie?
Fareste meglio a infrangere le finestre e a balzare all’aperto.

Fuggite dal cattivo odore! Allontanatevi dall’idolatria dei superflui!

Fuggite dal cattivo odore!




Friedrich Wilhelm Nietzsche, Così parlò Zarathustra

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »
Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso